Perchè conviene finanziare progetti immobiliari con il crowdfunding

insieme di persone che rappresenta il crowdfunding

Rispetto a pochi anni fa, quando il canale bancario era il pilastro fondante del finanziamento di progetti immobiliari, oggi aziende e imprenditori hanno accesso a una vasta gamma di opzioni per raccogliere fondi: tra queste, il crowdfunding è emerso come un’opzione innovativa e si sta consolidando rapidamente anche nel nostro Paese.

In questo articolo, esploreremo i motivi per cui il crowdfunding può essere un’alternativa interessante rispetto alle banche.

Elenco degli argomenti

Premessa

In un contesto in cui la disintermediazione del credito è un fenomeno in rapida crescita, il crowdfunding e il credito bancario non sono due modelli contrapposti, quanto piuttosto complementari: nel pianificare il finanziamento di un progetto immobiliare, quindi, la combinazione (e il bilanciamento) di crowdfunding e prestito bancario offre una soluzione in grado di massimizzare le opportunità di raccolta di fondi, ridurre i rischi e affrontare in modo più completo le diverse esigenze finanziarie di un progetto immobiliare. 

Senza dubbio, ricorrere al crowdfunding per finanziare anche una parte della necessità di capitali presenta dei vantaggi per i promotori dei progetti:

I vantaggi del finanziamento tramite crowdfunding

Accessibilità per start-up e PMI

Ottenere un prestito da una banca spesso richiede una lunga procedura burocratica e una serie di requisiti standard, che rendono lo strumento bancario non sempre accessibile a start up e PMI, non potendo queste fornire adeguate garanzie. L’inasprimento alla concessione di prestiti e agli alti costi di finanziamento attuali rendono ancor più difficile ottenere forme di finanziamento.

Il crowdfunding invece segue un processo di valutazione che, sebbene anch’esso rigoroso e strutturato, è più facilmente approcciabile anche da parte di piccole realtà: i progetti vengono sottoposti ad una valutazione preliminare e, all’eventuale superamento della fase istruttoria, vengono pubblicati sulla piattaforma online.

Tempi rapidi per la raccolta di capitali

Come conseguenza dei lunghi tempi di erogazione dei mutui, spesso il promotore rischia di perdere l’opportunità di acquistare l’immobile di suo interesse, perché nel frattempo è sopraggiunto un altro acquirente.

Per gli sponsor, il crowdfunding immobiliare offre il vantaggio della velocità: superata la fase di due diligence, non è infrequente che il promotore riesca a ottenere capitali in 15-20 giorni

L’effettivo finanziamento di un progetto non dipende dalla valutazione fatta da un singolo intermediario in base alle proprie strategie di finanziamento, ma dalla capacità dei proponenti di convincere un numero sufficiente di investitori a rischiare i propri fondi nel sostegno diretto dell’iniziativa.

Il crowdfunding invece segue un processo di valutazione che, sebbene anch’esso rigoroso e strutturato, è più facilmente approcciabile anche da parte di piccole realtà: i progetti vengono sottoposti ad una valutazione preliminare e, all’eventuale superamento della fase istruttoria, vengono pubblicati sulla piattaforma online.

Diversificazione delle fonti di finanziamento

Introdurre una componente crowd nella struttura finanziaria del progetto permette all’imporesa proponente di ridurre la dipendenza da una singola fonte. Ciò può contribuire a mitigare i rischi associati a fluttuazioni economiche o cambiamenti nelle condizioni del mercato.

Ottimizzazione della liquidità

A differenza del debito, il finanziamento tramite equity non impone obblighi di pagamento regolari: generalmente, infatti, i capitali vengono restituiti alla conclusione del progetto, con la liquidazione della società di scopo. Questo può migliorare la liquidità dell’impresa, permettendo di reinvestire i fondi nelle fasi iniziali del progetto.

Validazione di mercato e reputazione

Un progetto già validato dal mercato potrebbe più facilmente accedere al finanziamento bancario. 

D’altra parte, il fatto che molte persone abbiano investito in un progetto può fungere da prova di validazione per l’idea o il prodotto dell’azienda, aumentando la fiducia dei potenziali investitori, clienti e partner commerciali nella solidità dell’azienda.

Visibilità e marketing

Strettamente correlato al tema della reputazione, questo aspetto è totalmente assente per la casistica del finanziamento bancario. 

Lo strumento digitale crea infatti una connessione diretta tra l’impresa e la sua comunità di sostenitori. Questa interazione può avere impatti positivi a lungo termine sulla percezione del marchio e sulla fidelizzazione dei clienti, aumentando così la visibilità dell’impresa. 

Come finanziare un progetto immobiliare con il crowdfunding

Imprese e sviluppatori possono ricorrere al crowdfunding per finanziare i propri progetti immobiliari che abbiano ad oggetto:

  1. lo sviluppo di nuove costruzioni
  2. la ristrutturazione di edifici esistenti, anche mediante frazionamento, per successiva commercializzazione 
  3. l’acquisizione di proprietà per la gestione e la locazione.

Per candidare un progetto, i proponenti possono scegliere alternativamente di registrarsi alla piattaforma di crowdfunding e seguire passo passo le istruzioni della sezione “Sottoponi un progetto” della dashboard personale, oppure prendere contatto con il team di sviluppo inviando una mail a equity@upsidetown.it

Una volta ricevuto il progetto, il team interno avvia la preanalisi dell’iniziativa richiedendo una serie di documenti, utili per la successiva fase di istruttoria e delibera. I progetti vengono valutati e selezionati secondo una serie di criteri codificati (per saperne di più, leggi le nostre FAQ), in primis la completezza del Business Plan, l’accuratezza e sostenibilità delle assumption, il track record e le competenze dei soggetti promotori.

Questa fase generalmente richiede 15-20 giorni a seconda della rapidità con cui viene fornita la documentazione: i progetti che superano la valutazione del team e vengono approvati dal CdA possono essere pubblicati sul portale. La fase di raccolta generalmente si conclude in ulteriori 15-30 giorni.

Quanto all’ammontare finanziabile tramite crowdfunding, la normativa fissa il limite di 5 milioni per anno solare per ciascun progetto. 

Per garantire un allineamento di interesse fra il promotore del progetto e gli investitori del portale crowdfunding, è richiesta una percentuale di coinvestimento, variabile in funzione delle specificità del progetto.

Per approfondire l’iter di candidatura dei progetti, scopri come finanziare un’operazione immobiliare con il crowdfunding

 

In sintesi, la differenziazione tra il tradizionale credito bancario e il crowdfunding offre un panorama di opportunità e sfide. L’approccio consapevole e strategico alla combinazione di entrambi può massimizzare i benefici per i progetti immobiliari, sfruttando le peculiarità di ciascun sistema. 

Condividi su:

Avvertenza: i servizi di crowdfunding non rientrano nel sistema di garanzia dei depositi istituito in conformità della direttiva 2014/49/UE. I valori mobiliari o gli strumenti ammessi a fini di crowdfunding acquisiti attraverso la piattaforma di crowdfunding non rientrano nel sistema di indennizzo degli investitori istituito in conformità della direttiva 97/9/CE.

UpsideTown non offre consulenza finanziaria e nessuna delle Offerte pubblicate sul portale può ritenersi tale. Ogni investimento deve essere effettuato in relazione alla propria capacità finanziaria e di sopportazione delle perdite, privilegiando una logica di diversificazione dei rischi.

COMPany
seguici su

©2022-2024 UpsideTown Srl   |   via Mario Pagano 69/A – Milano   |   P.IVA 10760190966   |   C.S. € 300.000 i.v.    |   info@upsidetown.it

Autorizzata con delibera Consob n. 22965 del 17/01/2024 come fornitore di servizi di crowdfunding ai sensi del Regolamento (UE) 2020/1503